Insegnanti

Carla Fracci

Proveniente dalla scuola della Scala, perfezionatasi a Parigi, Londra e New York, Carla Fracci,  “L’eterna Giselle”, è considerata oggi una delle più grandi interpreti di ogni tempo acquistando fama di étoile di prima grandezza. Carla Fracci è universalmente considerata erede di Maria Taglioni, “Diva” del balletto e “Musa” della danza. Romantica, espressiva, dotata di un bellissimo port de bras, è interprete ideale sia del repertorio classico, che drammatica in Francesca da Rimini (1965), spiritosa in Coppelia(1961), lirica e intensa nel Lago dei cigni (1973). Queste qualità le permettono di eccellere sia in creazioni contemporanee quali Romeo e Giulietta (1958) e Les demoiselles de la nuit (1964) sia nei numerosi balletti per lei concepiti dal marito, il regista B. Menegatti e realizzati dal coreografo L. Gai.  Dal 2000 al 2010 ha diretto il corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma. Del 2013 è la sua autobiografia Passo dopo passo.


Amicar Moret Gonzalez

Amilcar è nato a L'Havana (Cuba). Si è diplomato al National Ballet School of Cuba studiando con insegnanti del calibro di Mirta Hermida, Magaly Suarez, Laura Alonso, Ofelia Gonzalez e Pablo Moret. E' stato primo ballerino presso il Bavarian State Ballet, Les Ballettes De Monte-Carlo, il Zurich Ballet e The Hamburg Ballet.

Ha ballato come solista in Vier Temperamente (George Balanchine), Grosse Fuge (Hans Van Manen), Giselle (Mats Ek), The Unsung (Josè Limòn), Bella Figura (Jiri Kylian). Inoltre ha preso parte a balletti di repertorio come Lady of the Camellias (John Neumeier), Don Quixote (Marius Petipa/Ray Barra). Tra i suoi premi si annoverano la medaglia d'oro al Concours International de la Dance (Parigi 1996) e medaglia di bronzo al Helsinki International Ballet & Choreography Competition (1995).


Vincent Chaillet

Vincent Chaillet inizia i sui studi alla Scuola di Ballo dell' Opera di Parigi entrando a 18 anni nel corpo di ballo dello stesso teatro. La sua prima apparizione sul palco sarà quasi di sorpresa: avvertito mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo, deve garantire una sostituzione nel corpo di ballo del Lago dei Cigni nel 2002. Due anni dopo, danza gli assoli da La Fille mal Gardée e Pas / Part di William Forsythe. Nello stesso anno, Pina Bausch stesso lo notò e gli affidò il ruolo di Cerbère in Orphée ed Eurydice. Dal 2009 è primo ballerino dell'Opera di Parigi, direttore artistico del festival Les Synodales, nonché maestro ospite della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano.

Fabio Crestale

Fabio Crestale ha origini italiane, ma è vissuto a Parigi dove inizia anche la la sua carriera come danzatore presso l' Opera Nazionale di Parigi ne La Traviata di Verdi,
il Bolero di Maurice Bejart . Nel 2015 crea
un assolo per la compagnia “Les Ballets Trockadero de Montecarlo”con sede a New York. Danza nello spettacolo “Rusalka”, con coreogra e di Philippe Giraudeau, presso l’Opera Bastille di Parigi. Crea lo spettacolo “Pe- tites Pièces” per la sua compagnia “IFunamboli “, tenutosi presso il teatro Astra di Torino e per il quale ha il piacere di collaborare con alcuni danzatori provenienti dall’Opera di Parigi.Nel 2014 danza per il balletto “La Source”, coreogra- fato da Jean-Guillam Bart, presso l’Opera Garnier di Parigi. Attualmente è direttore/coreografo della compagnia Funamboli a Parigi.


Virginia Tomarchio

Virginia Tomarchio inizia gli studi di danza nella sua città natale, Catania, per poi trasferirsi a Roma per approfondire i suoi studi.La sua carriera decolla dopo aver vinto uno dei più famosi talent italiani e nel 2016 inizia a lavorare con Eleonora Abbagnato come protagonista di Flying Back. 
L' anno successivo danza per la Kiel Opera House per poi tornare in Italia a ballare come professionista nel talent che l' ha resa famosa, 'Amici di Maria De Filippi'.

......... .........

..........